I dintorni

Perugia e Assisi

Perugia: situata nel cuore della verde Umbria, ad un'ora d'auto da Serre di Rapolano, Perugia vanta origini etrusche come testimoniano l'anfiteatro ed il tempio di Marte ed un centro storico di epoca medievale  ben conservato. E' sede di una delle più antiche università italiane, fondata nel 1308 e dell'università per Stranieri, la prima in Italia. Oltre ad una vasta offerta culturale, la città ospita eventi di rilevanza internazionale: Umbria Jazz Festival (Luglio), Festival del Giornalismo, Eurochocolate (Ottobre), Music Fest Perugia.

Alcuni dei tesori di Perugia: Palazzo dei Priori, Rocca Paolina, Acquedotto, Collegio della Mercanzia, Fontana Maggiore.

 

 

Assisi: è stata dichiarata dall'Unesco Patrimonio Mondiale dell'Umanità nel 2000. La città, di origine Romana, fin dal Medioevo è stata sempre associata al culto ed alla diffusione del messaggio di San Francesco, nato nella cittadina nel 1182,  un messaggio universale basato sulla pace e la tolleranza. Assisi racchiude innumerevoli capolavori del genio creativo umano tanto da essere divenuta un esempio di arte, storia e cultura in Europa e nel mondo. Il centro delle celebrazioni per San Francesco patrono d’Italia è la basilica che domina il colle su cui sorge Assisi.

Alcuni dei tesori di Assisi: Museo della Porziuncola, Cattedrale di San Rufino, Collezione F.M. Perkins, Museo Civico, Foro Romano.

 

 

Rapolano Terme e Serre di Rapolano

Rapolano Terme: si trova nella provincia meridionale di Siena, nella zona conosciuta con il nome di Crete senesi. Dormire a Rapolano Terme significa essere circondati da un paesaggio punteggiato da cipressi, calanchi, strade bianche, antiche pievi, castelli. L'alternarsi delle stagioni disegna tavolozze dai colori unici, rendendo questo territorio una sorpresa continua agli occhi del visitatore. Non è certo un caso che molti fotografi di fama mondiale abbiano eletto questa parte di Toscana come base per i loro workshop.
Terme di Rapolano: si trovano a 4 km dal nostro b&b. Le acque termali di Rapolano sgorgano ad una temperatura di 39-40° e sono ricche di minerali in grado di fornire un'efficace azione benefica e rigenerante. Le Terme di San Giovanni e l'Antica Querciolaia propongono  cure e trattamenti di bellezza agli ospiti.

Serre di Rapolano

Serre di Rapolano è un piccolo borgo sospeso nel tempo. Il centro storico merita una visita attraverso vie e piccoli slarghi caratteristici. Concedetevi una passeggiata alla ricerca di Porta Serraia, una delle porte di accesso, Via del Cassero, Via delle Setaie, alla scoperta del Teatrino Gori-Martini e della Piazza in cui ha sede il palazzo del Comune. Il cuore del paese è l'Antica Grancia, antico granaio fortificato risalente al Medioevo. Le grance erano fattorie fortificate utilizzate per lo stoccaggio dei cereali coltivati nelle campagne circostanti e conservati per il mantenimento dell'antico Spedale di Santa Maria della Scala di Siena.  All'interno di questo imponente edificio abbiamo realizzato la nostra "casa vacanze" nelle Crete senesi.

Serremaggio (Festa di Ciambragina) durante il mese di maggio.
Ogni anno si svolge nel nostro incantevole borgo il Festival del Serremaggio: sfilate in costume medievale, giochi in strada, stand gastronomici, cene a tema, musici e giullari animano il paese per far rivivere la storia di una fanciulla francese che andata in sposa ad un ricco mercante senese trascorse la sua vita tra le mura del castello di Serre di Rapolano. La Festa di Ciambragina è divenuta, con gli anni, un appuntamento imperdibile per scoprire le Crete senesi, la ricca enogastronomia del nostro territorio e rivivere i fasti delle corti trecentesche.

             

Arezzo

Arezzo: città ricca di arte, conosciuta ovunque per l'alta oreficieria e per la bellissima Fiera Antiquaria che si tiene dal 1968, Arezzo fu in origine un' importante città etrusca. Il centro storico racchiude pregevoli monumenti tra cui la Fortezza Medicea, il Duomo, la Basilica di San Domenico. Il cuore della città è Piazza Grande in cui svettano torri medievali ed il bellissimo Loggiato Vasariano. In questa piazza si svolge la Fiera Antiquaria.

Arezzo è la città in cui nacquero Francesco Petrarca e Giorgio Vasari. Casa Vasari è oggi un museo in cui è possibile ammirare le decorazioni pittoriche realizzate dall’artista, un archivio di famiglia e alcuni dipinti. La Basilica di San Francesco è il punto di partenza ideale per scoprire Piero della Francesca; la chiesa custodisce  il suo capolavoro “La leggenda della Vera Croce”, una delle massime realizzazioni del primo Rinascimento.

Giostra del Saracino: si svolge ogni anno, in Piazza Grande, il penultimo sabato del mese di giugno in notturna (Giostra di San Donato) e la prima domenica del mese di settembre di giorno (Giostra della Madonna del Conforto). I cavalieri dei quattro quartieri cittadini devono colpire lo scudo del “Buratto” con una lancia, senza farsi colpire a loro volta dal fantoccio del Saracino. Competizione in costumi medievali, la giostra rievoca il periodo in cui ci si preparava contro una possibile invasione dei “Mori”.

Alcuni dei tesori di Arezzo:

Duomo, Fortezza Medicea, Anfiteatro romano, Pieve di Santa Maria, Chiesa di San Domenico, Museo di Arte Medievale e Moderna.

 

 

Siena

Siena: il centro storico è stato dichiarato dall'UNESCO patrimonio mondiale dell'umanità nel 1995. Stando alla leggenda, Siena fu fondata da Senio e Ascanio, figli di Remo, nipoti di Romolo da cui deriva il nome di Roma. Siena ha esercitato in epoca medievale una grande influenza nell'arte e nell'architettura ed è divenuta un modello in ambito urbanistico sia in Italia che altrove in Europa. Il centro è racchiuso dalle mura antiche costruite tra il XIV ed il XVI secolo che  seguono il contorno delle tre colline su cui è stata edificata. Siena conserva un centro storico intatto; lo stile Gotico italiano trova la sua massima espressione nel Duomo in cui si possono ammirare alcuni dei più pregevoli capolavori dell'arte italiana.

La Pinacoteca Nazionale di Siena dedica un'intera sezione alle opere della Scuola Senese di pittura, attiva dal XIII al XV secolo, i cui più alti rappresentanti sono Duccio di Boninsegna, Simone Martini, Pietro e Ambrogio Lorenzetti, Domenico e Taddeo di Bartolo, Sassetta, Matteo di Giovanni.

Il Palio

Si corre il 2 luglio ed il 16 agosto, conosciuto per essere una corsa di cavalli è, in realtà, il perpetuarsi di una tradizione che coinvolge profondamente la vita della città. Divisa in 17 Contrade o rioni  che ne rappresentano l'anima più autentica, le Contrade sono piccole "repubbliche" che custodiscono la tradizione del Palio e della cultura senesi, contribuendo con la propria esistenza ed il proprio impegno a mantenerle vive e pressoché intatte. La corsa è il momento culminante di un'attesa che dura tutto l'anno e che rappresenta per i senesi un'emozione quasi impossibile da descrivere.

Alcuni dei tesori di Siena:

Piazza del Campo, Torre del Mangia, Fortezza Medicea, Palazzo Pubblico, Santa Maria della Scala, Libreria Piccolomini, Pinacoteca Nazionale, Basilica di San Domenico, Basilica di San Clemente, Basilica di San Francesco, Collegiata di Provenzano, Santuario di Santa Caterina.